~ Servizi per artigiani e aziende ~

dalla campionatura alla produzione artigianale o industriale

Io tingo per te

Si tingono in modo naturale quantità di fibre da 50 gr a 1,5 kg a seconda che siano in fiocco, filato, o tessuto. Utilizzo i colori estratti dalle mie piante o acquistati da aziende agricole

Come funziona?

Vi chiedo per la campionatura almeno 200 gr di materiale, vi preparo una cartella colori con circa 12-20 colori e con voi cerco la combinazione migliore di resa e solidità. Il costo della campionatura varia a seconda del materiale da tingere.

E poi?

In seguito si predispone la produzione in tintoria industriale, oppure qui in “Officina”, a seconda delle quantità richieste.

 

Ti insegno a tingere

La tintura artigianale si presta per un lavoro sia casalingo che per piccoli artigiani, scuole o associazioni.

Vi posso seguire in questo percorso organizzando dei corsi.

Come funziona?

Ogni realtà ha esigenze specifiche ed è giusto creare un percorso unico su misura per voi. Faremo una chiacchierata per capire come è meglio costruire il vostro percorso. 
I corsi sono sempre collettivi. Di solito li organizzo per un minimo di 3 persone, massimo 30 (una classe divisa in gruppi). Non c’è limite di età e non è necessaria una preparazione specifica, adatterò io il linguaggio.
Vi preparo un programma e un preventivo (comprensivo di materiale). Sono disponibile anche ad aiutarvi a raccogliere le iscrizioni tramite i canali social.

E poi?

Ci divertiamo!
Al termine vi lascerò un attestato (non ha valore) e tutto il materiale portato, anche quello non usato.(non le pentole e i fornelli…)

Assistenza alla tintura industriale

Dal 2019 metto a disposizione la mia esperienza artigianale per tingere a livello industriale. Fin’ora il processo è stato validato in capo e in filo.

I problemi legati alle solidità, piuttosto che alla scelta dei colori dipendono molto dal processo di tintura, dalla fibra da tingere e dalle piante scelte. 

Come funziona?

In generale non si può considerare il colore naturale come un colorante sintetico. Questo comporta un minimo sforzo di ricerca da parte della tintoria per ottimizzare il processo e creare una cartella colori.

E poi?

In questo caso i coloranti sono quelli ottenuti dalle piante dell’orto grazie alla collaborazione con aziende italiane specializzate oppure acquistati da partner europei certificati Gots e Zdhc.

Q&A

Il colore naturale è la somma di un mix di molecole presenti nella pianta. Non si comportano nei confronti del sole e dei lavaggi in modo uguale, questo porta il colore a mutare nel tempo. Non è detto che schiarisca, semplicemente cambia.
Le prove di tintura in capo e in filo fatte su lana e seta hanno dato risultati migliori rispetto a quelle fatte su cotone. In generale su quest’ultimo le tinture hanno una buona solidità (resistenza) ai lavaggi, sfregamento e sudore (4/5) mentre sono più delicate alla luce (2/3) (test eseguiti secondo la normativa ISO)

I colori naturali sorprendono per la loro vivacità. Tutta la natura colora, ma non tutto va bene x tingere e soprattutto i colori più sorprendenti sono nascosti. Il blu profondo dell’indaco è nelle foglie, il rosso che andò di moda per tutta la civiltà romana si estrae da radici o insetti, il giallo sole lo trovo in semi e molte piante insignificanti che crescono sul ciglio della strada. La parte divertente è scoprire tutti questi colori.

Le prove cliniche riportano il contrario. Molti coloranti hanno un effetto positivo su eczemi e dermatiti. In alcuni studi si riporta inoltre la resistenza antimicrobica,antitarme e anti Uv dei tessuti tinti con le piante. Si potrebbe dire che funzionalizzano il tessuto.

Il colore è importante in ogni aspetto della vita quotidiana. I colori naturali sono sopratutto usati in cucina da sempre. A livello industriale li ritroviamo sia nel comparto alimentare che nutraceutico e cosmetico.
La tintura industriale è ancora in fase sperimentale forse per gli alti standard richiesti o per la mancanza di competenze nell’uso. 

 

Sì, ma un passo alla volta. Ogni realtà ha le sue esigenze e non sempre si accetta una fase sperimentale di ricerca per mettere a punto il processo industriale o il prodotto/collezione. Penso sia necessario un lavoro di gruppo dove il risultato salta fuori dall’unione delle competenze.

Certo vi aspetto, nell’orlo e in laboratorio, ma su appuntamento.

Contattaci oggi per scoprire cosa Officina può realizzare per te